Civita di Bagnoregio - VT
Civita venne fondata 2500 anni fa dagli Etruschi. Sorge su una delle più antiche vie d'Italia, congiungente il Tevere (allora grande via di navigazione dell'Italia Centrale) e il lago di Bolsena.
Divenuta per molti anni quasi un borgo fantasma, Civita è oggi collegata alla sorella Bagnoregio, e al “resto del mondo”, da un sottilissimo e lunghissimo viadotto in cemento. Esso fu ricostruito due volte, dopo l’abbattimento del vecchio ponte in muratura, fatto saltare dai tedeschi durante la Seconda Guerra mondiale.

Alvito - FR
La città di Alvito è strutturata su più livelli, lungo una delle propaggini meridionali del monte Morrone, su di una cima minore conosciuta un tempo come monte de Albeto o Serra de Albeto. L'attuale assetto urbano è il risultato di un insediamento progressivo e diffuso, iniziato nell'XI secolo, che interessò tutto il territorio della città di Sant'Urbano, un antico centro amministrativo cominese, fondato dall'abate Aligerno di Montecassino nel 976, là dove oggi una contrada è detta Colle della Civita. Nello stesso luogo esisteva già una Civita Sancti Urbani,che fu probabilmente distrutta dai Saraceni sulla fine del IX secolo, quando con i loro eserciti saccheggiarono e devastarono la Terra di San Benedetto, e Aligerno, passato il pericolo arabo, s'interessò della sua riedificazione, commissionando in loco la costruzione di un castello.

Arsoli - RM
Nell’antichità questo territorio apparteneva al bellicoso popolo degli Equi i quali - alla fine del IV secolo a. C. - subirono (anch’essi, come i cugini Sabini) l’avanzata dei Romani. Nell’anno 296 a.C. gli Equi dovettero accettare la fondazione - alle pendici del Colle Belmonte - di un insediamento dei conquistatori. Questa è l’origine di ARSOLI: alla popolazione locale furono concessi vantaggi ed in particolare la ‘civitas sine suffragio’. In realtà quella fondata dai romani non era una classica ‘colonia’ ma una serie di piccoli agglomerati; una ‘città’ vera e propria (per quell’epoca,si intende) prese forma solo nel I secolo a.C., al passaggio della VIA VALERIA (attuale Via Tiburtina).
Infatti venne ad evidenziarsi l’importanza di questo luogo come punto strategico per il controllo delle vie per l’Abruzzo e l’Alta Valle dell’Aniene. L’importanza della zona fu rafforzata dall’abbondanza di sorgenti da cui i romani attinsero acqua per alcuni importanti acquedotti.Tutto venne a decadere con la caduta dell’Impero Romano, ma il colpo di grazia lo diedero i Longobardi alla fine del’500 d.C.: si dovette aspettare la soglia dell’ANNO MILLE perché qui, a cura dei MONACI di SUBIACO (divenuti padroni del territorio) si costruisse un monastero fortificato (‘Castellum qui vocatur Arsule’, come si legge in documenti dell’epoca).

Hello... I Am Zippomaker

A Desiginer & Photographer from Rome

About me

Sample Image Non sopporto i distratti, i superficiali, quelli che ti fanno le domande ma non vogliono sentire le risposte. Non sopporto quel genere di persone che, entrando in ascensore all'ultimo piano ti chiedono: "che fai scendi?". About me

Contatti

  • Mail
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Telefono
    +39 348 080 11 77
  • Location
    Roma - Italia.

Lingua

itafsqarhyazeubebgcazh-CNzh-TWhrcsdanlenettlfifrdeelhuisidgajakolvltnoplptroruskslesswsvthtrukurvicyyi

Newsletter

Rimani informato sulle ultime novità.

Vuoi rimanere informato? Seguimi...

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. ICookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information