Toolbar
25 Apr 2017

Vulci - VT
Le origini del Castello della Badia risalgono al 809 quando su di un documento si cita un'abbazia fortificata dedicata a San Mamiliano.
La sua struttura attuale si fa risalire intorno al 1100. Il castello su al centro delle aspre contese che caratterizzavo sia il periodo e sia la zona.
Gli Albobrandeschi, i Di Vico ed il Comune di Orvieto se lo contesero ripetutamente. Poi il castello della Badia passò in feudo a Ranuccio Ranieri e dal 1513 fu ceduto in investitura perpetua al Cardinale Farnese (il futuro Papa Paolo III). Dal 1537 il Castello della Badia entrò a far parte del Ducato di Castro. 
Nel 1649 il Ducato di Castro fu distrutto e il Castello della Badia passò sotto i possedimenti della Camera Apostolica.

 

Il Ponte della Badia
L'origine del Ponte della Badia sono antichissime ovvero etrusche o villanoviane. Sono etrusche le parti in tufo rosso, mentre sono di epoca romana repubblicana i piloni (poi abbondantemente ricostruiti nelle epoche successive).

La struttura attuale, su tre archi di cui il maggiore ha una luce di circa 20 metri, è però attribuibile all'epoca della Roma Imperiale. Sia il selciato che le spallette laterali del ponte sono rifacimenti del secolo scorso. L'accesso al ponte avviene presso l'ingresso del Castello della Badia ed è gratuito. 

Una curiosità: il Ponte della Badia è noto anche con il nome di Ponte del Diavolo in quanto solo il Diavolo poteva realizzare un ponte così alto e con una luce così ampia.

 

Nel 1808 il Castello fu ceduto al Principe di Canino Luciano Bonaparte e successivamente fu ceduto al Principe Alessandro Torlonia.  Con la caduta nel 1870 dello Stato Pontificio il Castello della Badia fu abbandonato fino al 1960 quando fu acquistato dallo Stato Italiano.

Attualmente il Castello è visitabile ed ospita il Museo Archeologico Nazionale di Vulci (ingresso a pagamento visita consigliata).

Hello... I Am Zippomaker

A Desiginer & Photographer from Rome

About me

Sample Image Non sopporto i distratti, i superficiali, quelli che ti fanno le domande ma non vogliono sentire le risposte. Non sopporto quel genere di persone che, entrando in ascensore all'ultimo piano ti chiedono: "che fai scendi?". About me

Contatti

  • Mail
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Telefono
    +39 348 080 11 77
  • Location
    Roma - Italia.

Lingua

itafsqarhyazeubebgcazh-CNzh-TWhrcsdanlenettlfifrdeelhuisidgajakolvltnoplptroruskslesswsvthtrukurvicyyi

Newsletter

Rimani informato sulle ultime novità.

Vuoi rimanere informato? Seguimi...

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. ICookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information